Friuli Venezia Giulia

Con un passato ricco di eventi storici, di tradizioni, di cultura e di vigneti, la vitivinicoltura della regione ha da tempo avviato una produzione di vini di qualità, avvalendosi dello studio meticoloso sulla scelta dei sistemi di allevamento della vite prodotto dall’E.S.A.R. . Per fare ciò controlla non solo i portainnesti, la scelta dei sesti...

Con un passato ricco di eventi storici, di tradizioni, di cultura e di vigneti, la vitivinicoltura della regione ha da tempo avviato una produzione di vini di qualità, avvalendosi dello studio meticoloso sulla scelta dei sistemi di allevamento della vite prodotto dall’E.S.A.R. . Per fare ciò controlla non solo i portainnesti, la scelta dei sesti di impianto e  le forme di allevamento della vite, il tutto in stretta interdipendenza con le caratteristiche pedoclimatiche dei vitigni coltivati. La vitivinicoltura attuale, in regione si può suddividere per province, Quella di Pordenone, con le sue pianure, risente particolarmente la vicinanza e la coltura veneta, pertanto sessi vitigni e produzioni per ettaro, abbastanza elevate. Mentre Udine e Goriza sono le province che più corrispondono all’enologia friulana, anche se influenzate dalla vicina Slovenia. I vini  prodotti hanno maggiore struttura e caratteristiche. Anche gli stessi, numerosi vitigni coltivati, senz’altro frutto di scambi commerciali di questa regione mitteleuropea, sono stati una scelta dei viticoltori locali per diversificare la vendemmia. La stessa produzione dei vini bianchi, che grazie alle condizioni climatiche dei terreni e dei vitigni, è ottimale, è stata intrapresa molto prima delle richieste di mercato, per evitare la concorrenza nella produzione dei vini rossi, per altro di tutto rispetto anche in Friuli, e trovarsi posizionati favorevolmente nelle attuali esigenze deella domanda. La moderna viticoltura in regione ebbe i suoi natali già nella metà  del secolo scorso con l’introduzione di pregiate varietà di uve da vino francesi e tedesche, salvaguardando comunque alcune varietà tradizionali più rinomate , che ancora sono coltivate con successo come il tocai friulano, il verduzzo, il refosco dal peduncolo rosso e il verduzzo. Da quest’ultimo si ottiene un vino da dessert, già famoso fin dalla metà del 1700 per essere stato presente sulla tavole nobili e imperiali di tutta Europa. Il Carso triestino è caratterizzato dalla soprattutto dalla coltivazione del vitigno terrano dal quale si ottiene un vino di antica rinomanza sempre molto ricco di acidità. La specializzazione vitivinicola ha praticamente ridotto a due forme d allevamento, mentre per quello che riguarda i sesti di impianto, la diversificazione è maggiore, con una tendenza generale all’infittimento: In collina si adotta, praticamente ovunque, il guyot modificato, cioè il doppio capovolto, , cosiddetto a “a Cappuccina”. In pianura è ,maggiormente diffuso il metodo ex “Casarsa” o “metodo Friuli”, che in pratica è il sylvoz , cioè un cordone orizzontale e tralci legati.

Altro

Friuli Venezia Giulia  Ci sono 26 prodotti.

per pagina
Mostrando 1 - 10 di 26 articoli
Mostrando 1 - 10 di 26 articoli