Finage di Saint-Aubin
Superficie vitata: 162 ettari (75% bianco) 
 
Il Finage di Saint-Aubin va dal confine con le appellazioni di Puligny e Chassagne ( con le quali confina a nord ) fino ad arrivare alle haut côtes attraverso un lungo e tortuoso tragitto dove esposizioni, altitudini e tipologie di terreno sono tra le più variegate che si conosca.
Dal dopoguerra la p...
Superficie vitata: 162 ettari (75% bianco) 
 
Il Finage di Saint-Aubin va dal confine con le appellazioni di Puligny e Chassagne ( con le quali confina a nord ) fino ad arrivare alle haut côtes attraverso un lungo e tortuoso tragitto dove esposizioni, altitudini e tipologie di terreno sono tra le più variegate che si conosca.
Dal dopoguerra la produzione si è definitivamente indirizzata verso i vini bianchi che oggi rappresentano oltre il 75 % del Finage i quali sono nelle migliori loro espressioni vini molto interessanti, di bella classe, saporiti ed armonici.
La zona più interessante dell’appellazione è quella che guarda ad est dove si trovano terreni bruno-calcarei di natura argillosa perfettamente adatti alla produzione di chardonnay equilibrati e molto minerali. Il vigneto è principalmente ubicato tra i 300 e 400 metri di altitudine e questo aspetto è determinante sia per ottenere l’eleganza ricercata sia per la perfetta sanità delle uve prodotte.
Notevole il successo che si gli chardonnay del Finage stanno conquistando negli ultimi anni dopo aver a lungo sofferto la supremazia delle vicine Puligny e Chassagne.
Altro

Finage di Saint-Aubin  Non ci sono prodotti in questa categoria